Logo Macerata Musei - Palazzo Buonaccorsi
 
 
 
 
 
 
 

 

Palazzo Buonaccorsi
 
 
 
 
 
  
 

I Restauri

 

Il restauro di Palazzo Buonaccorsi rappresenta un intervento di assoluto rilievo nell'ambito del programma per il recupero dei beni culturali delle Marche dopo il terremoto del 1997. Oggetto di un integrale intervento di consolidamento e di rifunzionalizzazione iniziato nel 2002 e finanziato dalla Regione Marche e dallo stesso Comune su progetto di Paolo Marconi e Michele Zampilli, uno degli edifici storici più belli delle Marche,  è stato restaurato in tutti gli apparati decorativi, nei pregevolissimi infissi lignei e soffitti cassettonati e nel complesso delle statue che ornano la corte principale e la panoramica terrazza.

Oltre al gruppo di statue sulla corte principale, sono state restaurate, anche con il concorso di fondi statali concessi dalla Direzione regionale per i beni culturali, le grandi tele della Galleria dell'Eneide.

Con la demolizione negli ambienti interrati e nella corte delle strutture moderne che ospitavano prima un'officina meccanica e poi l'Accademia di Belle Arti, sono state rimesse in vista le grandi arcate, tre per ogni lato, che consentivano alle scuderie di affaciarsi sulla corte inferiore.

Nel corso dei medesimi lavori veniva alla luce, in maniera del tutto imprevista, l'ingresso originario alla gallleria che corre longitudinalmente sotto il Palazzo per tutta la sua lunghezza. Poteva trattarsi di una originaria via di fuga verso l'esterno usata poi come cantina e deposito di derrate alimentari.