Logo Macerata Musei - Palazzo Buonaccorsi - Arte Antica
 
 
 
 
 
 
 

 

Crivelli, Madonna col Bambino
 
 
 
 
 
  
 

Storia e collezioni

Arte antica e Galleria dell'Eneide

 

La donazione di Tommaso Maria Borgetti, risalente al 1835, costituisce il primo nucleo di quadri della Pinacoteca. Successivamente, nel 1860, il pittore Antonio Bonfigli donò 26 dipinti per la costituzione di una "Pinacoteca patria" che, dal 1937, insieme ad altri quadri preesistenti, ha trovato sistemazione nelle sale del Palazzo della Biblioteca. Fra le opere figurano dipinti di Giovanni di Corraduccio, Carlo Crivelli, Giovanbattista Salvi, Carlo Dolci, Michele Rocca detto il Parmigiano, Domenico Corvi, Carlo Maratta,  Alessandro Turchi l'Orbetto e numerosi altri. Dipinti d'arte fiamminga, italiana, napoletana e veneta, insieme a ritratti di illustri maceratesi, completano l'interessante e pregevole raccolta.

La loro nuova sistemazione a palazzo Buonaccorsi inaugurata il 21 marzo 2014 è frutto di un intenso lavoro di studio e di catalogazione del patrimonio finalizzato alla elaborazione di nuovi criteri di ordinamento e di allestimento delle collezioni. Presupposto imprescindibile, la presenza delle figure professionali specifiche che garantiscono all'Istituzione Macerata Cultura, in modo del tutto analogo per quanto già avviene alla Biblioteca Mozzi Borgetti, una conduzione dei musei adeguata agli standard più aggiornati.