Logo Macerata Musei
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
  
 

"Musei in un mondo che cambia:prospettive nelle Marche"

Musei Civici Palazzo Buonaccorsi, 18 maggio 2012

 
locandina

Tavola rotonda organizzata dal Coordinamento Regionale ICOM Marche

Venerdì 18 maggio 2012 in occasione della Giornata Internazionale dei Musei 2012 i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi ospitano la tavola rotonda "MUSEI IN UN MONDO CHE CAMBIA: PROSPETTIVE NELLE MARCHE
L'incontro organizzato dal  Coordinamento regionale Marche di ICOM Italia propone un dibattito su possibili nuove prospettive di vita culturale della realtà museale delle Marche. L'intento è quello di dare risposte operative; ai singoli interventi seguirà un dibattito aperto, in base al quale sarà formulato un documento programmatico in dieci punti. I partecipanti sono figure di riferimento per il territorio e provengono da aree diverse del mondo culturale, da quella accademica al no-profit: l'eterogeneità delle loro competenze garantisce una visione articolata ed innovativa sul tema.


PROGRAMMA

Ore 16.30 Coordina: Francesca Alfonsi, giornalista RAI. Intervengono: Lucia Cataldo, Accademia di Belle Arti di Macerata; Silvia Cuppini, Università di Urbino; Tiziana Maffei, Musei Piceni; Nicoletta Frapiccini, SBA Marche; Giorgio Mangani, Sistema Museale Macerata; Irene Manzi, Comune di Macerata; Barbara Mastrocola, Musei Civici Camerino; Elisabetta Micciarelli, USR Marche; Giuliana Pascucci, ICOM Marche; Tommaso Paiano, AIB Marche; Maria Palma, ANAI Marche; Gilberto Santini, AMAT Marche; Alessandra Stipa, FAI Marche; Alessandra Sfrappini, Musei Civici Macerata; Stefano Papetti, Musei Civici Ascoli Piceno; Roberto Perna, Sistema Museale Macerata; Annalisa Trasatti, Museo Tattile Statale Omero.

Ore 18.00-18.30 Le conclusioni sono affidate a Stefania Benatti, regione Marche.


Il dibattito verterà su un modello di museo partecipato e dinamico, inteso come strumento di sviluppo per il territorio, capace di coinvolgere la comunità nella tutela attiva attraverso il volontariato ed impiegare le figure definite nella Carta nazionale delle Professioni museali di ICOM Italia. Ci si confronterà per avviare progetti comuni e trasversali con le biblioteche e archivi, forme di collaborazioni sostenibili con le attività di spettacolo e rafforzare i legami con la produzione d'arte contemporanea. Un tema fondamentale sarà la creazione di percorsi di coesione sociale, con attività didattica rivolta alle scuole per favorire l'integrazione tra le comunità; affinché i musei delle Marche siano interpreti consapevoli del mondo che cambia.